Discussione:
Cultura IFD: manutenzione batterie auto/moto/scooter
(troppo vecchio per rispondere)
_Mela
2009-01-08 10:33:34 UTC
Permalink
Invece dei soliti flame, usiamo IFD per qualcosa di più utile e
costruttivo :-)

L'argomento è quello in oggetto: informazioni e manutenzione delle
batterie dei mezzi di locomozione.

Al momento ho uno scooter 125 fermo da 6 mesi, con la batteria
ovviamente scarica;
e la moto che -nel periodo invernale- presenta sempre qualche
problemino di avviamento.
Nulla vieta che in futuro abbia da fare la stessa cosa anche con la
macchina.

Siccome son stufo tutte le volte di rivolgermi ad un meccanico, che
tanto le ricarica e basta, volevo acquistare un apparecchio apposito e
cimentarmi da solo in questa operazione.
Solo che sono ignorante e non so un sacco di cose.

- C'è differenza tra auto/moto/scooter?

- Bisogna guardare all'amperaggio, al voltaggio o ad entrambe le cose?

- Vanno smontate fisicamente, o Si ricaricano lasciandole inserite nel
mezzo?

- Vanno prima scaricate? Quanto tempo ci vuole per una carica fatta
bene?

- si puo' usare un caricabatterie per avviare semplicemente un mezzo
con la batteria scarica?

Insomma, acculturatemi un po' sulla questione.
Ogni consiglio è ben accetto e scusate le volgarità eventuali :-)

Thanks.
Skinbones
2009-01-08 10:37:08 UTC
Permalink
_Mela wrote:


http://www.accumate.com/612/pdf/AM%20leaf%20IT.pdf
--
Skinbones gran prematuratore della notizia comunale.
Uno dei pochi che non vale la pena leggere su IFD
Scemo chi mi quota
f***@delenda.net
2009-01-08 10:42:13 UTC
Permalink
Post by _Mela
Al momento ho uno scooter 125 fermo da 6 mesi, con la batteria
ovviamente scarica;
La devi staccare, fava.
Post by _Mela
e la moto che -nel periodo invernale- presenta sempre qualche
problemino di avviamento.
Non me ne parlare.
Post by _Mela
Nulla vieta che in futuro abbia da fare la stessa cosa anche con la
macchina.
Ni, nel senso che le batterie automobilistiche di solito sono
dimensionate correttamente. Quelle motociclistiche nella mia parziale
esperienza di possessore di trabiccoli medio-bassi, no.
Comunque la batteria originale della mia rospomobile mi abbandonò
all'improvviso un triste mattin d'aprile: il giorno prima partiva al
primo colpo, il giorno dopo ho dovuto chiamare l'elettrauto con lo
starter. Dopo 4 anni di vita però...
Post by _Mela
Siccome son stufo tutte le volte di rivolgermi ad un meccanico, che
tanto le ricarica e basta, volevo acquistare un apparecchio apposito e
cimentarmi da solo in questa operazione.
Solo che sono ignorante e non so un sacco di cose.
- C'è differenza tra auto/moto/scooter?
Dipende, alcune batterie sono a 6V per le moto e gli scooter.
Post by _Mela
- Bisogna guardare all'amperaggio, al voltaggio o ad entrambe le cose?
Entrambe le cose l'amperaggio di ricarica del caricabatterie dovrebbe
essere un decimo dell'amperaggio della batteria se ben ricordo. Comunque
io uso un vecchio caricabatterie economico da auto (5A) anche per la moto.
Post by _Mela
- Vanno smontate fisicamente, o Si ricaricano lasciandole inserite nel
mezzo?
E' indifferente se ci arrivi, ma devi staccare i cavi della batteria
dell'impianto elettrico della moto !!!
Post by _Mela
- Vanno prima scaricate? Quanto tempo ci vuole per una carica fatta
bene?
Con un decimo dell'amperaggio, 10 ore, poi in proporzione. Comunque il
caricabatterie dovrebbe avere un indicatore.
Post by _Mela
- si puo' usare un caricabatterie per avviare semplicemente un mezzo
con la batteria scarica?
Direi di no, ci vuole uno starter o un'altra batteria.
Post by _Mela
Insomma, acculturatemi un po' sulla questione.
Ogni consiglio è ben accetto e scusate le volgarità eventuali :-)
Vai a piedi o in bicicletta, risparmi e guadagni in salute.
_Mela
2009-01-08 11:14:05 UTC
Permalink
Post by f***@delenda.net
Post by _Mela
- Vanno smontate fisicamente, o Si ricaricano lasciandole inserite nel
mezzo?
E' indifferente se ci arrivi, ma devi staccare i cavi della batteria
dell'impianto elettrico della moto !!!
Post by _Mela
- si puo' usare un caricabatterie per avviare semplicemente un mezzo
con la batteria scarica?
Direi di no, ci vuole uno starter o un'altra batteria.
Che succede se non stacco l'impianto elettrico?

Più di una volta ho avviato la moto collegandola direttamente con i
morsetti all'auto, pensavo che con un caricabatteria si potesse far la
stessa cosa invece di usare l'auto.
Non voglio ovviamente procedere a tentativi, che differenza c'è tra le
due operazioni?

Lo chiedo perché capita che il mezzo sia pure ingolfato oltre che
scarico, e che una batteria ben carica non riesca cmq ad avviare bene
il motore fermo da troppo tempo.

PS: non ditemi che va accesa ogni tanto etc, perché lo so già. Solo
che non sempre riesco a farlo; e tra freddo, mezzi non nuovissimi e
intoppi vari capita sempre che poi debba far ripartire tutto a mano.
f***@delenda.net
2009-01-08 11:22:55 UTC
Permalink
Post by _Mela
Post by f***@delenda.net
Direi di no, ci vuole uno starter o un'altra batteria.
Che succede se non stacco l'impianto elettrico?
Che il caricabatteria ha un carico maggiore ? Che senso ha alimentare
anche la moto col caricabatterie ?
Post by _Mela
Più di una volta ho avviato la moto collegandola direttamente con i
morsetti all'auto, pensavo che con un caricabatteria si potesse far la
stessa cosa invece di usare l'auto.
Non voglio ovviamente procedere a tentativi, che differenza c'è tra le
due operazioni?
Che il caricabatterie ha un amperaggio INFERIORE a quello della batteria
stessa, manda meno corrente! Se attacchi la batteria di un auto, hai
invece corrente a sfare.
Post by _Mela
PS: non ditemi che va accesa ogni tanto etc, perché lo so già. Solo
che non sempre riesco a farlo; e tra freddo, mezzi non nuovissimi e
intoppi vari capita sempre che poi debba far ripartire tutto a mano.
Ti ripeto, non me ne parlare.
_Mela
2009-01-08 11:52:43 UTC
Permalink
Post by f***@delenda.net
Post by _Mela
Più di una volta ho avviato la moto collegandola direttamente con i
morsetti all'auto, pensavo che con un caricabatteria si potesse far la
stessa cosa invece di usare l'auto.
Non voglio ovviamente procedere a tentativi, che differenza c'è tra le
due operazioni?
Che il caricabatterie ha un amperaggio INFERIORE a quello della batteria
stessa, manda meno corrente! Se attacchi la batteria di un auto, hai
invece corrente a sfare.
Quindi, in soldoni, cosa mi cosnigliate di fare?
Il caso tipico è moto ferma con batteria scarica e motore gelido.
Che faccio? Compro un avviatore, o un caricabatterie seguendo le
vostre indicazioni? O magari entrambi? O esistono apparecchi unici per
queste cose?
f***@delenda.net
2009-01-08 11:56:36 UTC
Permalink
Post by _Mela
Quindi, in soldoni, cosa mi cosnigliate di fare?
Il caso tipico è moto ferma con batteria scarica e motore gelido.
Che faccio? Compro un avviatore, o un caricabatterie seguendo le
vostre indicazioni? O magari entrambi? O esistono apparecchi unici per
queste cose?
Uno starter se non hai l'auto vicina. L'avevo visto tempo fa tra le
offerte del DIDDLE,^H^H LIDL
[Claudio]
2009-01-08 12:57:58 UTC
Permalink
Post by _Mela
Quindi, in soldoni, cosa mi cosnigliate di fare?
A- Hai la moto in garage e la prendi di tanto in tanto.
A1- Caricabatteria di mantenimento automatico
A2- La stacchi dalla moto la carichi con un carica batteria comune e
la lasci li pronta per ripartire ...se è
passato molto tempo prima di riusarla gli dai una rinfrescatina

B- A novembre la fermi e la riprendi a Maggio
B1- Togli la batteria la carichi e a metà inverno la rinfreschi
(magari svuota anche il carburatore) :-)
B2- Carica batteira di mantenimento con controllo automatico

C- In qualsiasi momento vuoi metterla in moto anche se in condizioni non
perfette:
C1- Ti ricordi di rinfrescarla durante il fermo con il caricabatteria,
e la scolleghi comunque per evitare gli assorbimenti delle centraline
C2- La scolleghi per evitare gli assorbimenti delle centraline e quando
ne hai bisogno la riattacchi e usi lo starter per metterla in moto.
Oppure se pensi di avere almeno una mezz'ora prendi un caricabatteria
grossotto con vari amperaggi lo metti al massimo (o comunque abbastanza
alto proporzionalmente all'amperaggio della batteria) aspetti un po' e
poi vai a mettere in moto senza staccarlo.
--
maiala quanto tu se'LOSER
Che tristezza!
[Claudio]
2009-01-08 11:36:51 UTC
Permalink
Post by _Mela
Post by f***@delenda.net
Direi di no, ci vuole uno starter o un'altra batteria.
Che succede se non stacco l'impianto elettrico?
L'unico problema potrebbe essere per la centralina elettronica che si
trova magari un 15V fai conto anziché un 13,8V nominale ....ma in teoria
dovrebbe essere iperprotetta anche perché in certe condizioni
l'alternatore potrebbe dare anche 18V ....comunque le case costruttrici
ultimamente sconsigliano gli avvi al volo
--
maiala quanto tu se'LOSER
Che tristezza!
Pastrano
2009-01-08 19:28:53 UTC
Permalink
Post by f***@delenda.net
Comunque la batteria originale della mia rospomobile mi abbandonò
all'improvviso un triste mattin d'aprile: il giorno prima partiva al
primo colpo, il giorno dopo ho dovuto chiamare l'elettrauto con lo
starter.
Ogni cosa che ha inizio ha fine.
Post by f***@delenda.net
Dopo 4 anni di vita però...
Mica sono poi tanti. Io la cambio di default ogni 4 anni (al mitico
garage Ponte Vecchio, ovviamente), pero' non sono rare quelle che
arrivano ai 6 anni. Va detto che sono batterie a rischio, specialmente
con quelle ultime ti accorgi peggio della loro prossima dipartita.
Prima bastava accendere la macchina con i fari accesi per capire quando
erano in crisi.
--
Stiamo pensando con Don Verzè a una nuova struttura che è già in
costruzione a Verona per portare la durata della vita umana a 120
anni. (S. Berlusconi, Porta a Porta, 12.2.2008)
[Claudio]
2009-01-09 08:56:18 UTC
Permalink
Post by Pastrano
arrivano ai 6 anni. Va detto che sono batterie a rischio, specialmente
con quelle ultime ti accorgi peggio della loro prossima dipartita.
Prima bastava accendere la macchina con i fari accesi per capire quando
erano in crisi.
Un po' è anche colpa delle auto nuove che assorbono una marea anche da
spente ;-)
--
maiala quanto tu se'LOSER
Che tristezza!
[Claudio]
2009-01-08 11:24:21 UTC
Permalink
Post by _Mela
- C'è differenza tra auto/moto/scooter?
Le auto sono a 12V, in passato si usava il 6V per le vecchie moto ma
adesso credo siano a 12V in ogni caso basta leggere la targhetta.
Post by _Mela
- Bisogna guardare all'amperaggio, al voltaggio o ad entrambe le cose?
Dipende. Il voltaggio di sicuro, devi impostare il caricabatteria per
quello della batteria.
L'amperaggio va tenuto conto che è bene ricaricare a non più di 1/10 di
quello nominale della batteria per non farla scaldare. Inoltre più
gliene dai e prima carica percui ne devi tenere conto nel tempo di carica.
Post by _Mela
- Vanno smontate fisicamente, o Si ricaricano lasciandole inserite nel
mezzo?
In teoria è uguale
Post by _Mela
- Vanno prima scaricate? Quanto tempo ci vuole per una carica fatta
bene?
No, le batterie al piombo non vanno mai scaricate del tutto, altrimenti
sono da buttare.
Un elemento al piombo sta sui 2V anche da scarico mentre da carico
arriva a 2,3-2,4 ...una batteria da 12V contiene 6 elementi. Se una
batteria al piombo scarica è sotto gli 11V ha probabilmente un elemento
in corto ed è da buttare....ovviamente si può provare lo stesso a
ricaricare ma difficilmente a fine carica si raggiunge i 13,5-14V come
con quelle buone
Post by _Mela
- si puo' usare un caricabatterie per avviare semplicemente un mezzo
con la batteria scarica?
Dipende da quanto è grosso il caricabatterie, nella spunta un auto
assorbe un casino di ampere.

I caricabatteria da auto sono molto dozzinali e di solito sono
costituiti semplicemente da un trasformatore e da un diodo (o 2)
rettificatore per cui sono semplici raddrizzatori a semionda senza
particolare circuiteria. Succede che appena accesi senza carico diano
sui 15V attaccati alla batteria forniscano il massimo degli ampere che
sono in grado di dare scendendo di tensione finché la batteria
caricandosi "smette di assorbire" e l'amperometro si avvicina a zero e
la tensione si rialza. Per questo quelli che hanno un amperometro e un
voltmetro sono più utili e simpatici di quelli che non hanno nulla.
Il processo non deve far scaldare troppo la batteria altrimenti stiamo
dando troppa corrente.
--
maiala quanto tu se'LOSER
Che tristezza!
[ b a z ]
2009-01-08 12:35:28 UTC
Permalink
Post by _Mela
Invece dei soliti flame, usiamo IFD per qualcosa di più utile e
costruttivo :-)
...io lascio la moto attaccata fissa a questo:

http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=5090373
--
[ b a z ]
"Scettico io? Ne dubito!"
" La coerenza è l'ultimo rifugio delle persone prive di immaginazione"
- socio MSTC - Responsabile Gruppi Antanati Gomito/Piede
- SnS pf - socio sostenitore n°16506
_Mela
2009-01-08 13:14:56 UTC
Permalink
http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=get...
Bòno, grazie a tutti.

Ma non ho ancora capito un dettaglio: esistono caricabatterie sia
normali che di mantenimento, o sono la stessa cosa?
tommyover
2009-01-08 13:16:17 UTC
Permalink
Post by _Mela
http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=get...
Bòno, grazie a tutti.
Ma non ho ancora capito un dettaglio: esistono caricabatterie sia
normali che di mantenimento, o sono la stessa cosa?
Sono la stessa cosa tranne per il fatto che i secondi polarizzano
l'onda TU-TU in continuo escludendo il dipolo della batteria per non
sovraccaricare.
--
Tommaso
Difensore della Certezza Prematurata
[Claudio]
2009-01-08 13:33:59 UTC
Permalink
Post by _Mela
Ma non ho ancora capito un dettaglio: esistono caricabatterie sia
normali che di mantenimento, o sono la stessa cosa?
Quelli di mantenimento devono necessariamente avere un circuito
elettronico che capisce quando la batteria è carica e la stacca.
Generalmente in quanto di mantenimento forniscono pochissimi amper
avendo dalla loro il tempo.
Quelli normali sono un trasformatore con un raddrizzatore un amperometro
in serie e un voltmetro in parallelo all'uscita (nel migliore dei casi).
--
maiala quanto tu se'LOSER
Che tristezza!
Continua a leggere su narkive:
Loading...